un posto dove seguire la sua direzione

[26 marzo 2010]
La poesia che prese il posto di una montagna

Ecco, parola per parola,
la poesia che prese il posto di una montagna.
Egli ne inspirava l’ossigeno
persino quando il libro era rivoltato sulla polvere del suo tavolo.
Gli ricordava di come aveva sentito il bisogno
di un posto dove seguire la sua direzione,
di come aveva riordinato i pini,
spostato le pietre, e di come era avanzato guardingo tra le nuvole,
alla ricerca di un panorama appropriato,
dove sentirsi perfetto in una compiutezza inspiegata.
La roccia ideale dove la sua inesattezza
gli avrebbe infine dischiuso la vista verso la quale erano protesi,
dove lui avrebbe potuto coricarsi e guardando il mare in basso,
avrebbe saputo riconoscere la sua casa, incomparabile e solitaria.
(Wallace Stevens)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...