L’inchiodatore

f9be91e2-fc1d-4520-be33-8ecdbee85598_4

L’inchiodatore è un romanzo ironico che combina il sublime e il surreale, osserva il mondo che sta tra le “fogne” e le “stelle”.
Depresso, appesantito da una grossa pancia ingombrante, il conto in rosso, i creditori alle calcagna, Nicola Sentimento (alias Nick) è un detective: Il più dritto investigatore improvvisato mai esistito!
Nel romanzo l’autore gioca con un vecchio stereotipo, vi aggiunge la sua filosofia di lucido beone disincantato e un pizzico di autentica disperazione.
I bar, il cinismo, l’umorismo, il fallimento professionale ed esistenziale, insieme alle mere invenzioni narrative, diventano un vero e proprio pasticcio.
Nick, alle prese con un presunto Hitler e la sua donna affascinante, un tradimento lesbico, una dentiera rubata molto particolare e un pericoloso padrone di casa, mescola ironia e fantasia nello svolgimento delle indagini senza mai dimenticare di portare con sé la sua ¾.
Un romanzo questo che va sviluppandosi man mano che ne si sfogliano le pagine. Una particolare attenzione la si nota nella scelta dei nomi dei personaggi, ognuno dei quali è strettamente legato alla propria vicenda.
Definito “Pulp Scostumato”, questo romanzo vi farà crepare dalle risate!

41jBQFjCbrL._AA258_PIkin4,BottomRight,-37,22_AA280_SH20_OU29_