ad alta voce (1)

Con se stesso era l’uomo più spietato che si possa immaginare. Non si concedeva la più piccola inesattezza. Solamente dal pensiero estraeva i suoi discorsi. Detestava le persone che parlano senza aver finito di pensare, dunque detestava quasi tutta l’umanità.

Il soccombente, di Thomas Bernhard