e di dicembre

640px-Pieter_Bruegel_the_Elder_-_The_Hunters_in_the_Snow_(January)_-_WGA3434

E di dicembre una città in piano:
sale terrene, grandissimi fuochi,
tappeti tesi, tavolier e giuochi,
torticci accesi, star coi dadi in mano,

e l’oste inebriato e catellano,
e porci morti e finissimi cuochi,
ghiotti morselli, ciascun bea e manrdóchi:
le botti sian maggior, che San Galgàno.

E siate ben vestiti e foderati
di guarnacch’e tabarri e di mantelli
e di cappucci fini e smisurati;

e beffe far de’ tristi cattivelli
de’ miseri dolenti sciagurati
avari: non vogliate usar con elli.

Folgore da San Gimignano (1270-1332)  Sonetti dei mesi. 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...