quasi quasi

Mia cara Pedra, le scrisse, mi spiace sapere che sei ancora lì a farti queste domande a cui già da tempo avresti dovuto rispondere. Cosa ti manca, mi chiedo, le rispose, cosa ti è mancato, o cosa pensi che ti sia mancato. Mia cara Pedra, le disse alla fine, dammi retta: smetti di domandarti. Non so se riuscirò a sopportarti ancora a lungo, quanto è vero Iddio, e temo le conseguenze che l’eventualità che tu persista in questo atteggiamento che non esiterei a definire palloso– sì, Pedra, le scrisse, ho detto proprio così, palloso, con tutte le sue esse e tutte le sue p, non ho paura delle parole, io- santa vergine del carmelo,  madre de dios.

Ma non finì il discorso. Un crescendo, insomma, se non lo avessimo fermato in tempo. Doveva essere quasi un telegramma, nelle sue intenzioni, ma Esteban era fatto così, si faceva prendere un po’ la mano dall’enfasi e in questo quasi quasi assomigliava un po’ a Pedra.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...