che ne diresti?

che ne diresti, tu, adesso, di un po’ di silenzio? di una stanza dove entra al mattino la luce ? leggo e questa è la mia consolazione davanti a questi tempi che sembrano così grigi. Altri diranno che mi allontano dalla realtà delle cose, in questo modo, quelli che urlano, che lottano, si impegnano ancora. Lottano: ancora di eroismo parlano gli uomini, ancora sfidano la vita con la morte. Un giorno mi hai detto che ci vogliono tristi, che ci vogliono cupi. Per parte mia, sono stanca di essere sempre arrabbiata, di affannarmi dietro alle cose del mondo. Voglio la mia vita: mia, non quella che altri decidono per noi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...