sul divano

Un buon film, inaspettatamente

grazie agli spietati, anche se non sono del tutto d’accordo con certi toni della recensione – e una parte della lettura del film. Mi pare che il personaggio di Greenberg e la ragazza siano, in estrema sintesi, due personaggi presenti a se stessi e vitali, gli unici del film. Il loro incontro è su questo e sulla capacità- del personaggio femminile in questo caso e questa ripetizione di stereotipi, forse, è l’inevitale (?) noia (?) del film- di essere costante. Ma anche Greenberg lo è, mi sembra, nel suo attaccamento a se stesso e  alle sue manie, che sono poi anche convinzioni. Sono umani, come il cane (e, sembra, la prima veterinaria , mi piaceva di più, dice Greenberg) e si danno una mano. Con qualche sdolcinatura.

dello stesso regista bello anche questo (Il calamaro e la balena):

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...