la prima panchina che trovi per strada

Fino a un certo momento sembra di andare avanti, nella vita,  che ogni esperienza determini uno spostamento, uno scarto. In realtà forse stiamo solo girando in tondo, come quei personaggi delle fiabe che smarritisi nel bosco, di notte, credendo di andare avanti, non si accorgono di camminare sempre intorno allo stesso albero. Sembra che il paesaggio sia cambiato: in realtà è solo la luce che cambia e lo rende diverso, solo l’inclinazione del sole, la presenza delle nuvole o del vento. Sotto la crosta che ricopre la pelle siamo sempre gli stessi, vecchie tartarughe lente centenarie.
Oppure non è vero, forse il nostro girare è una lenta spirale che ci porta sempre più vicino al punto in cui troveremo chi siamo davvero, lenti cerchi via via più piccoli, il disegno della nostra vita che solo il mattino dopo si potrà vedere. L’importante è continuare a camminare, mi dico, non credere di essere arrivati, credere sempre nella possibilità di cambiamento, in qualsiasi età della vita, anche quando sarebbe più facile mettersi a sedere nella prima panchina che trovi per strada.

Ho avuto anche grandi ambizioni e sogni turgidi- ma i sogni li hanno avuti anche il garzone e la sartina, perchè tutti sognano. Quello che distingue le persone le une dalle altre è la forza di farcela, o di lasciare che sia il destino a farla a noi.

Ma anche camminare a volte non è sufficiente.

Ogni viaggiatore ha una meta, fosse anche quella di fare il giro del mondo e di visitare tutte le terre emerse e sommerse. Per cui -oggi- mi sembra quasi infantile l’idea che basti andare per vivere e vedo chiaramente sullo sfondo un’idea diversa, che sia necessario conoscersi. O forse- ancora- ci conosciamo già bene e allora è necessario fare spazio a questa ombra velata che siamo.

Una volta ho sognato la Grande Madre Nera e bambini che si arrampicavano su di lei, gigantesca, oscura, misteriosa.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...