questo tempo che avanza

Ma che forma d’ amore è mai questa, che non ci capisco mai niente. Per cercarla, la cerchi, la strada, ma non sai da che parte si va ad acchiapparla. E da dove si passa, e la porta, e  che stanze ci troviamo davanti all’entrata, che cosa bisogna poi fare, dove ci mette a sedere.

Le gambe vanno tenute con i piedi poggiati per terra o si possono accavallare?  c’è un divano dove appoggiare la schiena? E poi quando saremo lì dentro, quanto farai aspettare e che guarderò, per sentire che apri la porta ed arrivi? guarderò la finestra o fisserò le pareti di questa tua stanza color di provenza?

E da dove si parte per arrivare, cosa bisogna poi dire, quali le giuste parole?  una parola d’ordine c’è? dov’è che si impara?   quante volte ce la possiamo scordare? esiste una regola fissa, per questo tipo di amore? potrò guardarti negli occhi? e la bocca? quanti minuti dovranno passare prima che dica che guardi?  se non avrò niente da dire, mi potrai ascoltare lo stesso o andrai a fare il caffè?

E cammina cammina cammina, in fondo alla strada ci sarà un’osteria dove bere?  gli animali, verranno vicino? e di notte potremo ascoltare i rumori? questo tempo che avanza, ce ne dà un pezzettino?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...