ancora a parlare di

“E qui potrò tornare?” ” Lo dovrai”. “Quando?” “Fra una settimana esatta”. Il futuro Milton brancolò di fronte all’enormità, alla invalicabilità di tutto quel tempo. Ma lei, lei come aveva potuto stabilirlo con tanta leggerezza? “Restiamo intesi fra una settimana esatta. Tu però nel frattempo mi scriverai”. “Una lettera?” “Certo una lettera. Scrivimela di notte”. “Sì, ma che lettera?” “Una lettera”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...