la negazione del tempo,

si dice nello scritto sull’Orbis Tertius, è il principio fondamentale delle scuole filosofiche di Tlön. In base a tale principio il futuro ha realtà solo nella forma delle nostre attuali speranze e paure e il passato è mero ricordo. Secondo un altro punto di vista il mondo, compreso tutto ciò che in questo momento vive sulla sua superficie, è stato creato solo pochi minuti fa insieme con l’intera ma ingannevole sua storia precedente. Un’altra teoria descrive alternativamente la Terra come un vicolo cieco nella grande città di Dio, come una camera oscura piena di immagini incomprensibili oppure come un alone caliginoso intorno a un sole migliore. Gli esponenti di una quarta scuola filosofica sostengono, a loro volta, che il tempo si è già interamente esaurito e che la nostra vita altro non è se non il crepuscolare riverbero di un processo irreversibile. E in effetti non sappiamo quante delle sue possibili mutazioni il mondo si sia già lasciato alle spalle e quanto tempo, ammesso che il tempo esista, ci resta ancora. L’unica cosa certa è che la notte dura molto più del giorno…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...